Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa
Italian English French Portuguese Spanish

Misure di salvaguardia

Per "misure di salvaguardia" si intendono tutte quelle azioni avviate dalla comunità e dallo Stato volte a garantire la vitalità del patrimonio culturale immateriale, come ad esempio la catalogazione e la documentazione, la ricerca, la preservazione e la protezione, la promozione e la valorizzazione, la trasmissione attraverso un'educazione formale e informale.

Comunità e associazioni locali, sia a livello nazionale sia nella comunità emblematica, sono attivamente coinvolti nella promozione delle misure di salvaguardia dell'elemento. In questo quadro, la cooperazione con il livello istituzionale a livello locale e nazionale è profondo e regolare, grazie anche al ruolo delle comunità, principale soggetto attivo e livello "più vicino" per la promozione e la salvaguardia della Dieta Mediterranea Patrimonio Culturale Immateriale UNESCO.

Diverse sono le iniziative attivate per continuare ad approfondire la ricerca scientifica e accademica. Ad esempio, presso la comunità emblematica si è svolta la tavola rotonda "Principi della dieta mediterranea di apprendimento per una vita migliore e sana", con la partecipazione di Geremia Stamler, Professore Emerito della Northwestern University Feinberg School of Medicine (Vallo Dalla Lucania, Salerno, 5 Marzo 2011). O ancora, presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, è nato nell'Aprile del 2012 il Centro di Ricerca MedEatResearch, Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea, nell'ambito del progetto denominato CA.RI.NA. (Sicurezza, sostenibilità e competitività delle produzioni agroalimentari della Campania) finanziato dal POR Campania FSE 2007/2013, Asse IV e Asse V, con l'obiettivo di valorizzare, promuovere, diffondere il patrimonio alimentare del Mezzogiorno d'Italia e incentivare gli scambi culturali sull'enogastronomia dei diversi Paesi dell'area mediterranea.

Le iniziative finalizzate a condividere con la più vasta comunità i principi della Dieta Mediterranea UNESCO attraverso iniziative di rilevanza culturale e sociale dall'iscrizione a oggi sono state innumerevoli. Tra le altre:
- Celebrazione internazionale della Dieta Mediterranea riconoscimento UNESCO, promosso dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, con la presenza dell'allora ministro, Giancarlo Galan, nonché delle delegazioni dei paesi partecipanti (Grecia, Marocco, Spagna, Italia). All'interno di tale evento si è avuta l'inaugurazione del "Centro Internazionale degli Studi sula Dieta Mediterranea Angelo Vassallo" (Pollica, 24-26 Febbraio, 2011);
- "Forum Dieta Mediterranea", che raccoglie ogni anno esperti internazionali e delegati dei paesi del mediterraneo per riflettere sull'elemento Unesco all'interno di conferenze tematiche, evento giunto nel 2015 alla sua Quinta edizione.

Di particolare rilevanza anche le iniziative di carattere normativo:
- A livello locale, possiamo citare l'approvazione della Regione Campania, della legge n. 6 del 30 marzo 2012 recante "Misure per la salvaguardia e valorizzazione della Dieta Mediterranea", e la Regione Calabria ha proposto un disegno di legge (n. 290/9), recante "Disposizioni per la riscoperta della dieta mediterranea", approvata nel luglio 2012.
- A livello nazionale, deve essere menzionato il primo progetto di legge volto a valorizzare la Dieta mediterranea Patrimonio UNESCO presentato nel 2012 dal senatore Alfonso Andria, al fine di promuovere la ricerca, gli scambi culturali e scientifici, e l'educazione alimentare nelle scuole, l cui dibattito è ripreso anche nella presente legislatura.

Il Comune di Pollica inoltre in questi anni ha lavorato alla costituzione di una rete operativa per dare un coordinamento unitario delle varie attività internazionale per la salvaguardia e valorizzazione dell'elemento. In tale contesto il 24 aprile 2015 le comunità emblematiche hanno sottoscritto l'atto fondativo di un GECT, Gruppo Economico di Cooperazione Territoriale, per la gestione operativa di progettualità per la valorizzazione della Dieta mediterranea Patrimonio UNESCO.

Meddiet - Il portale della Dieta mediterranea" è un progetto dell'Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza. Progetto realizzato con il contributo del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali – Decreto ministeriale n. 93824 del 30 dicembre 2014.

Viale Regina Elena , 295 - 00161 Roma
Tel. 06-81100288 Fax 06-6792048
P.I. 08134851008