Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa
Italian English French Portuguese Spanish

Ambiente

  • Lunedì, 27 Aprile 2015

Sin dalle sue origini, la Dieta Mediterranea è diventata espressione di un rapporto inscindibile tra le comunità rivierasche dei Paesi che si affacciano nel "Mare nostrum" e il territorio in cui vivono. Parte fondamentale ma non esclusiva della Dieta, l'arte culinaria mediterranea esprime tenacia, meticolosità, passione, saggezza millenaria, nel rispetto dei cicli stagionali e dell'utilizzo sostenibile delle risorse naturali. Perché la Dieta Mediterranea è profondamente rispettosa della biodiversità e degli ecosistemi e ricerca l'equilibrio tra la natura e l'uomo, grazie allo sviluppo di attività tradizionali nel mondo dell'artigianato, della pesca e dell'agricoltura, che da sempre hanno garantito il rinnovarsi delle risorse in uno sviluppo sostenibile.

Se fin dall'epoca degli antichi greci e romani nelle terre del Mediterraneo si coltivano cereali, ulivi, viti, frutta e ortaggi, plasmando il territorio, conservandolo e salvaguardandolo nella sua diversità biologica, ancora oggi sulla tavola dei popoli mediterranei arrivano prodotti stagionali a basso impatto ambientale sia in termini di uso di risorse idriche sia di emissioni di CO2, un impatto di gran lunga inferiore rispetto a quelli che caratterizzano altre alimentazioni. Perché al contrario delle diete di tipo nordeuropeo o nordamericano, per esempio, basate in larga parte su carni e grassi animali, la Dieta Mediterranea è su composta prevalentemente da alimenti di origine vegetale e cereali, che trovano la loro massima espressione nelle colture tradizionali ad alto indice di varietà tipiche locali.

La Dieta Mediterranea Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità è, in poche parole, un modello di dieta sostenibile che, al contempo, rappresenta una grande opportunità per tutti i popoli che la adottano. Grazie alla Dieta Mediterranea le comunità hanno la possibilità di generare ricchezza nel mondo rurale, conferendogli nuova vitalità, apportando un valore aggiunto ai prodotti rurali, rafforzandone il legame con il territorio e allargando la conoscenza delle modalità per ottenerli, cucinarli e condividerli. Allo stesso tempo, la valorizzazione della Dieta Mediterranea rafforza lo sviluppo sostenibile e la conservazione del paesaggio, evitando lo spopolamento delle campagne in favore del tessuto sociale e della popolazione agricola. Infine, consente di offrire ai consumatori di tutto il mondo prodotti di qualità, e la divulgazione delle loro virtù e dei loro benefici favorisce la conoscenza e la consapevolezza dei cittadini.

Meddiet - Il portale della Dieta mediterranea" è un progetto dell'Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza. Progetto realizzato con il contributo del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali – Decreto ministeriale n. 93824 del 30 dicembre 2014.

Viale Regina Elena , 295 - 00161 Roma
Tel. 06-81100288 Fax 06-6792048
P.I. 08134851008