Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa
Italian English French Portuguese Spanish

17 - LA SOSTENIBILITA' SOCIO-CULTURALE DELLA DIETA MEDITERRANEA

  • Autore: DR.SSA SILVANA MOSCATELLI

In questa videolezione tratteremo la sostenibilità socio-culturale della Dieta Mediterranea. La Dieta Mediterranea, intesa come stile di vita, è un complesso sistema di conoscenze condivise localizzate in una particolare regione geografica in cui le tradizioni, i cibi locali, la biodiversità, l’alimentazione, il tessuto sociale, la cultura e l’economia sono strettamente legati tra loro. Per questa caratteristiche, per queste peculiarità, nel 2010 la Dieta Mediterranea è stata riconosciuta dall’UNESCO come Patrimonio culturale immateriale dell’Umanità. La Dieta Mediterranea è stata identificata anche come modello di “dieta sostenibile”. Tale definizione è stata coniata nell’ambito del Simposio scientifico internazionale tenutosi presso la FAO dal titolo “Biodiversità e diete sostenibili uniti contro la fame” che ha avuto il compito di dare un contenuto più preciso a questa tematica. Le diete sostenibili, in base alla definizione data durante il simposio, sono diete a basso impatto ambientale che contribuiscono alla sicurezza alimentare e nutrizionale, che sono culturalmente accettabili, economicamente accessibili ed eque, adeguate anche da un punto di vista nutrizionale e, allo stesso tempo, sono diete che ottimizzano le risorse naturali e umane.
Cosa si intende quindi per sostenibilità socio-culturale della Dieta Mediterranea? Se rapportiamo il concetto di sostenibilità della Dieta Mediterranea e ne andiamo ad indagare gli aspetti socio-culturali, possiamo dire che la sostenibilità socio-culturale deve essere intesa come la “durabilità” (in francese “durabilité”) del valore sociale e culturale della Dieta Mediterranea in una proiezione temporale.
Nel novembre 2011, presso il CHIEAM/IAMB di Bari, si è tenuto il Workshop tecnico internazionale sulle linee guida relative alla sostenibilità della Dieta Mediterranea. Il compito di questo seminario era quello di elaborare, anche da un punto di vista metodologico, una valutazione della sostenibilità della Dieta Mediterranea intesa sotto le quattro dimensioni principali ambientale, nutrizionale, economica e socio-culturale, tenendo in considerazione la definizione della nuova Piramide della Dieta Mediterranea revisionata nel 2010 nonché la definizione di “dieta sostenibile”. Nell’ambito di questo workshop al gruppo di lavoro del CNR è stato affidato il compito di indagare e identificare quali fossero gli indicatori che al meglio potevano valutare e misurare gli aspetti socio-culturali della Dieta Mediterranea. Sono stati identificati così quattro indicatori, due rientranti nella sfera sociale e altri due nella sfera culturale. Per quanto concerne la dimensione sociale, si è visto che potevano essere utilizzati come indicatori il ruolo della Dieta Mediterranea in termini di convivialità e la sua capacità di aggregare le persone e la partecipazione attiva dei consumatori nella preparazione degli alimenti. Per quanto riguarda la sfera culturale si è visto che poteva essere interessante misurare qual era il livello di consapevolezza del valore del cibo e la capacità di trasmissione delle antiche tradizioni, delle conoscenze legate all’alimentazione (ma più in generale allo stile di vita) al fine di garantire una trasmissione di conoscenze in un’ottica intergenerazionale. Questo studio sugli indicatori, in particolar modo quelli sociali e culturali, è in una fase preliminare che necessita ancora di ulteriori approfondimenti.


Meddiet - Il portale della Dieta mediterranea" è un progetto dell'Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza. Progetto realizzato con il contributo del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali – Decreto ministeriale n. 93824 del 30 dicembre 2014.

Viale Regina Elena , 295 - 00161 Roma
Tel. 06-81100288 Fax 06-6792048
P.I. 08134851008