Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa
Italian English French Portuguese Spanish

Glossario della dieta mediterranea

La dieta mediterranea è un valido modello alimentare nel mantenimento dello stato di salute e nel miglioramento della qualità di vita. È da considerare un suo ruolo nella prevenzione di patologie cronico-degenerative in termini di ridotta mortalità e morbilità. “La dieta mediterranea è costituita principalmente da alimenti di origine vegetale: la pasta è presente in diverse tipologie, verdura a foglie di stagione condita con olio d’oliva, spesso formaggi e il tutto completato con frutta e un consumo moderato di vino” (Ancel Keys, 1995). 

Le linee-guida per una sana e corretta alimentazione italiana (revisione del 2003), che hanno il compito di indirizzare gli individui verso un obiettivo nutrizionale, suggeriscono che il consumo di frutta e ortaggi assicura un apporto in nutrienti quali vitamine e minerali. Allo stesso tempo consentono di ridurre la densità energetica della dieta attraverso l’elevata percentuale di acqua e grazie all’azione saziante della fibra alimentare. La frutta e gli ortaggi consentono ampie possibilità di scelta in ogni stagione ed è opportuno che siano sempre presenti in abbondanza sulla tavola, a cominciare anche dalla prima colazione ed eventualmente come fuori pasto o merenda. Le abitudini alimentari dei popoli mediterranei sono andate progressivamente arricchendosi di cibi ad alto contenuto di proteine, grassi saturi e zuccheri fino a superare l’apporto di nutrienti necessario.

Al fine di orientare la popolazione verso comportamenti alimentari più salutari, il Ministero della Salute ha affidato a un gruppo di esperti il compito di elaborare un modello di dieta di riferimento coerente sia con lo stile di vita attuale che con la tradizione alimentare del nostro Paese. È nata quindi la piramide settimanale dello stile di vita italiano che si basa sulla definizione di Quantità Benessere (QB) riferita sia al cibo che all’attività fisica. Da questo modello è stata elaborata la piramide alimentare giornaliera, che indica quali porzioni di ciascun gruppo di alimenti devono essere consumate affinché la nostra alimentazione sia varia ed equilibrata. Quindi le QB di cibo e di movimento, se opportunamente adattate alle esigenze del singolo individuo, consentono di orientare lo stile di vita verso un equilibrio tra consumo alimentare e spesa energetica; si previene così il sovrappeso e l’obesità che predispone l’organismo a un maggior rischio di patologie cardiovascolari, di diabete, ipertensione e di neoplasie.

Mercato

Mercato

Il mercato (emporio, agora, forum, bazaar, souk) è il luogo in cui, storicamente, si svolgeva la vita delle comunità del Mediterraneo.

Spesso situato nella piazza principale, il mercato era il posto in cui si comprava il cibo ma anche dove si parlava di alimenti e ricette, ma dove spesso si discuteva anche di politica, di religione di attualità. Era, insomma, il fulcro delle relazioni sociali e culturali. Recarsi al mercato implica ancora oggi, un rito: significa ritrovare un'armonia con la natura, con il suo ciclo vitale e con la stagionalità grazie ai prodotti locali sui banchi. Alla base della vita di mercato, inoltre, si istaura per un rapporto personale di fiducia tra il cliente ed il...

Olio d'oliva

Olio d'oliva

L'olio di oliva è il principale alimento fonte di grassi della Dieta Mediterranea e, grazie alle sue proprietà, oltre a determinare il sapore dei piatti ha effetti benefici sulla salute.

In particolare nella varietà "extra-vergine", l'olio di oliva, essendo costituito per la maggior parte da una molecola grassa che contiene acido oleico e presenta un rapporto ottimale tra acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi, è un alimento ben digeribile, inibisce la secrezione acida dello stomaco, stimola la secrezione del pancreas e favorisce l'assorbimento del calcio e l'accrescimento delle ossa lunghe. Ricco di polifenoli, l'olio di oliva è un antiossidante e previene le malattie cardiovascolari, alcuni tipi di tumore e l'arteriosclerosi.

Patrimonio culturale immateriale

Patrimonio culturale immateriale

Per "patrimonio culturale immateriale" si intendono le prassi, le rappresentazioni, le espressioni, le conoscenze, il know-how che le comunità, i gruppi e in alcuni casi gli individui riconoscono in quanto parte del loro patrimonio culturale.

Questo patrimonio culturale immateriale, trasmesso di generazione in generazione, è costantemente ricreato dalle comunità e dai gruppi in risposta al loro ambiente, alla loro interazione con la natura e alla loro storia e dà loro un senso d'identità e di continuità, promuovendo in tal modo il rispetto per la diversità culturale e la creatività umana.

Il "patrimonio culturale immateriale" si manifesta, tra l'altro, nelle tradizioni ed espressioni orali, compreso il linguaggio in quanto veicolo del patrimonio...

Pesce

Pesce

Da sempre importante fonte di sostentamento e di nutrizione dei popoli del Mare Nostrum, nella Dieta Mediterranea il pesce è preferito alla carne per i suoi effetti salutari.

Il pesce, in particolare quello grasso, è infatti un'ottima fonte di proteine, vitamina D, sali minerali e acidi grassi omega-3 che proteggono il sistema cardiovascolare, diminuendo il rischio di malattie coronariche, ipertensione, aterosclerosi e trombosi.

Piramide alimentare

Piramide alimentare

La "piramide alimentare" è uno schema con cui dietologi, nutrizionisti e medici hanno rappresentato graficamente la Dieta Mediterranea.

Alla base della piramide si trovano i prodotti da consumare a ogni pasto perché garantiscono un'alimentazione bilanciata, vale a dire cereali, frutta, verdura e ortaggi, accompagnati da un importante consumo di acqua e dal condimento di olio d'oliva. Salendo i gradini si incontrano i cibi da assumere con più moderazione, giornalmente, come yogurt e formaggi, spezie, erbe aromatiche, aglio e cipolla, insieme a un bicchiere di vino. Al livello intermedio sono collocati invece i prodotti da mangiare su base settimanale: carni bianche e rosse, pesce, uova e...

Ricette

Ricette

Le ricette possono essere considerate come l'elemento culturale che unisce la tradizione contadina e l'arte culinaria

Le ricette possono essere considerate come l'elemento culturale che unisce la tradizione contadina e l'arte culinaria. Grazie alle ricette, tramandate di generazione in generazione codificate per iscritto solo negli ultimi decenni dopo secoli di trasmissione esclusivamente orale, le materie prime vengono trasformate in piatti complessi che risultano molto di più della semplice somma dei singoli componenti. A rendere possibile questa trasformazione, con il suo patrimonio sociale e culturale di competenze, gesti e tradizioni è la Dieta Mediterranea.

Sagre

Sagre

Momenti di grande convivialità, espressioni dello stretto legame tra uomo e natura, eventi di "socialità ricca e costruttiva" e di "esperienze di vita comune" che uniscono culture diverse, agevolano la pace sociale, la riscoperta delle radici comuni, la valorizzazione delle antiche tradizioni dei popoli del Mediterraneo. Le sagre, così come le romerías spagnole, i panigirias greci e i mussem marocchini, rappresentano una componente fondamentale della cultura della Dieta Mediterranea. Durante queste feste popolari, generalmente legate alla...

Salvaguardia

Salvaguardia

Per "salvaguardia" si intendono le misure volte a garantire la vitalità del patrimonio culturale immateriale, compresa l'identificazione, la documentazione, la ricerca, la preservazione, la protezione, la promozione, la valorizzazione, la trasmissione, in particolare attraverso un'educazione formale e informale, come pure il ravvivamento dei vari aspetti di tale patrimonio culturale.

Sostenibilità

Sostenibilità

Secondo la definizione della FAO, sono sostenibili i modelli alimentari che hanno un basso impatto ambientale e contribuiscono alla sicurezza alimentare e a uno stile di vita sano per le generazioni attuali e future.

Un'alimentazione sostenibile rispetta la biodiversità e gli ecosistemi, è culturalmente accettabile e accessibile, economicamente sostenibile, adeguata dal punto di vista nutrizionale e contribuisce ad ottimizzare le risorse naturali e umane. In altre parole, una dieta sostenibile non deve generare effetti negativi a lungo termine sulla salute, sull'ambiente, sulla società e sull'economia. Caratteristiche, queste, che la Dieta Mediterranea possiede tutte, essendo stata più volte riconosciuta come uno dei modelli alimentari più sostenibili.

Trasmissione

Trasmissione

Uno degli elementi fondanti della Dieta Mediterranea è la sua trasmissione di generazione in generazione.

Le tecniche di coltivazione dei prodotti della terra e l'arte della preparazione delle ricette, fin dall'antichità sono state tramandate oralmente per arrivare fino a oggi, insieme al patrimonio di valori sociali e culturali di cui sono ricche. Competenze, tecniche, gesti, espressioni, usanze e tradizioni vengono trasmessi ogni giorno dalle vecchie alle nuove generazioni sia durante le attività della coltivazione, della pesca e dell'artigianato sia nel momento del pasto conviviale, rituale simbolico della Dieta Mediterranea.

Triade mediterranea

Triade mediterranea

Ulivo, grano e vite.

È la "triade mediterranea", la combinazione delle tre colture più diffuse da secoli in Europa meridionale (per via del tipo di territorio prevalentemente collinare o montuoso e del clima caldo e secco, che comporta la necessità di coltivare piante che hanno bisogno di poca acqua) i cui frutti costituivano la base dell'alimentazione degli antichi popoli del Mare Nostrum. Già conosciuti nella Mezzaluna Fertile, olio, grano e vino si sono progressivamente diffusi in tutto il bacino del Mediterraneo, divenendo la base delle abitudini alimentari dell'Antica...

Valore culturale

Valore culturale

Il 16 novembre 2010 la Dieta Mediterranea è stata dichiarata Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità.

Oltre ad avere elementi nutrizionali benefici per l'organismo umano, ed essere considerata quindi per l'aspetto alimentare, l'UNESCO ha riconosciuto la Dieta Mediterranea come un elemento culturale, un insieme di pratiche sociali, tradizionali e agricole, come uno stile di vita. La Dieta Mediterranea favorisce infatti la trasmissione intergenerazionale di saperi e competenze in campo enogastronomico e non solo, e promuove il dialogo interculturale tra i popoli del Mare Nostrum rafforzando nel contempo la loro identità.

Vino

Vino

"Il vino è stupendamente adatto all'uomo purché, in salute come in malattia, sia somministrato a proposito e in giusta misura".

Già Ippocrate, padre della medicina, nel IV secolo a.C. prescriveva il vino per la cura delle ferite e come bevanda nutriente, antipiretica, purgante e diuretica. Bevanda per eccellenza dei popoli del bacino del Mediterraneo, il vino è stato riconosciuto anche dalla scienza per le sue qualità benefiche sulla salute. Sostanze antiossidanti come il resveratrolo e la quercitina proteggono proteine, lipidi e acidi nucleici delle cellule dall'attacco dei radicali liberi. Inoltre, un bicchiere di vino rosso può contribuire a ridurre i rischi cardiovascolari, a...

<<  1 [2

Meddiet - Il portale della Dieta mediterranea" è un progetto dell'Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza. Progetto realizzato con il contributo del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali – Decreto ministeriale n. 93824 del 30 dicembre 2014.

Viale Regina Elena , 295 - 00161 Roma
Tel. 06-81100288 Fax 06-6792048
P.I. 08134851008