Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa
Italian English French Portuguese Spanish

Alimentazione

  • Lunedì, 27 Aprile 2015
Alimentazione

La Dieta Mediterranea è un modello nutrizionale completo ed equilibrato, capace di coniugare antiche tradizioni culinarie, uno stile di vita sano e la cultura del rispetto e della condivisione.

Per tradurre questo tesoro della quotidianità dei popoli del Mediterraneo, dietologi, medici e nutrizionisti hanno elaborato la piramide alimentare, uno strumento per indicare con praticità e immediatezza un modo corretto di alimentarsi. La piramide si basa sulla divisione degli alimenti secondo la loro appartenenza ai diversi gruppi di nutrienti necessari all'organismo e sulla loro ripartizione secondo un criterio quantitativo che considera le porzioni giornaliere raccomandate: si parte dalla base della piramide, dove si trovano i cibi che costituiscono il fondamento della dieta da consumare quotidianamente, fino ad arrivare al vertice, dove ci sono gli alimenti da assumere con moderazione, in occasioni speciali.

Ai piedi della piramide alimentare della Dieta Mediterranea si trovano i prodotti di origine vegetale, che fornendo i nutrienti chiave garantiscono un'alimentazione bilanciata e devono essere quindi consumati più spesso e in grandi quantità: cereali (una o due porzioni a pasto di pasta, pane, riso, cuscus o altro, preferibilmente di grano integrale per mantenere gli alti valori nutritivi), frutta (una o due porzioni a pasto), verdura e ortaggi (sia a pranzo che a cena, oppure due porzioni a pasto, e almeno una composta di crudi), ricche di antiossidanti, fibre, vitamine e sali minerali. I pasti devono essere inoltre accompagnati da un importante consumo di acqua (1,5-2 litri al giorno) per garantire un'adeguata idratazione e il corretto funzionamento dell'organismo, così come non deve mancare l'olio d'oliva, fonte fondamentale di lipidi soprattutto nella sua variante extra-vergine, consigliato sia come condimento che per cucinare.

Salendo la piramide si trovano gli alimenti da consumare giornalmente: i prodotti caseari magri come yogurt e formaggi (ricchi di grassi insaturi), spezie, erbe aromatiche, aglio e cipolla (per insaporire i cibi e soddisfare il palato evitando un eccessivo uso di sale). Infine, una moderata assunzione di vino e bevande fermentate (un bicchiere per le donne e due bicchieri per gli uomini al giorno, possibilmente durante i pasti) è concessa e anzi consigliata.

Un gradino più in alto, nel livello intermedio troviamo carni bianche (due porzioni), rosse (meno di due porzioni, se possibile magre) e lavorate (meno di una porzione), pesce (due o più porzioni), uova (da due a quattro porzioni) e legumi (più di due porzioni); questi ultimi comprendono anche le patate e risultano un efficace accompagnamento per i pasti insieme ai cereali e un ideale sostituto per le carni. Per quanto questa fascia mediana sia importante considerando l'apporto proteico animale e vegetale che è in grado di garantire, le frequenze di questi alimenti sono su base settimanale invece che giornaliera in quanto non rappresentano la struttura principale della dieta mediterranea.

Infine, all'apice della piramide e quindi tra gli alimenti che devono essere assunti soltanto occasionalmente, ci sono quelli caratterizzati da un rilevante apporto di zuccheri e grassi insalubri, come i dolci, le caramelle, i succhi di frutta zuccherati e gli analcolici, che dovrebbero essere assunti in piccole quantità e lasciati alle occasioni speciali.

I cibi, e le rispettive quantità da assumere, non esauriscono però la piramide alimentare della Dieta Mediterranea, la cui vera rivoluzione è ricomprendere al suo interno elementi sociali che coniugano uno stile di vita salutare e la tutela di fattori culturali e ambientali. Alle indicazioni nutrizionali vanno aggiunti perciò altri elementi che aiutano godere appieno dei benefici della Dieta Mediterranea, intesa come patrimonio di un'identità millenaria che unisce paesi e popoli traducendosi in concreto modo di vivere ed essere: la socializzazione e la condivisione della tavola, sinonimo di apertura, rispetto e dialogo; la moderazione intesa come equilibrio interiore ed esteriore e controllo di se stessi; il cucinare quale pratica ricca, che richiede amore, inventiva e dedizione; il rispetto dei tempi della natura per coglierne i frutti migliori senza alterare l'ambiente; un'attività fisica alternata a un sufficiente riposo per controbilanciare i sempre più caotici ma sedentari ritmi del nostro tempo. Il risultato è una consuetudine, una prospettiva e un'energia capaci di contrastare malattie croniche e di incidere positivamente sulla qualità della vita.

Meddiet - Il portale della Dieta mediterranea" è un progetto dell'Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza. Progetto realizzato con il contributo del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali – Decreto ministeriale n. 93824 del 30 dicembre 2014.

Viale Regina Elena , 295 - 00161 Roma
Tel. 06-81100288 Fax 06-6792048
P.I. 08134851008